Banca dati cartografica catastale numerica dei terreni

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Banca dati cartografica catastale numerica dei terreni

Per convenzione la banca dati cartografica catastale numerica dei terreni è costituita dalla memorizzazione degli elementi grafici rilevati sulla cartografia catastale che normalmente si ricavano attraverso l’esecuzione  del rilievo diretto sul terreno, anche se le moderne tecniche di indagine consentono di fornire la restituzione aerofotogrammetrica. Nella banca dati cartografica catastale numerica dei terreni si raccolgono i file geometrici dove si registrano le informazioni numeriche di un singolo foglio di mappa. Le mappe catastali sono formate per sezioni e suddivise in fogli di formato standard. La porzione di mappa disegnata in ciascun foglio evidenzia un perimetro chiuso che segnala in maniera grafica i limiti di ogni proprietà terriera, nel caso in cui si deve aumentare una particolare porzione del territorio utilizzando una scala maggiore si effettua uno sviluppo attraverso un disegnano da realizzare negli spazi liberi del relativo foglio; qualora non fosse possibile riportare il disegno su un singolo foglio si procede alla realizzazione grafica su fogli separati che costituiscono degli allegati. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di: http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/sit-cartografico/progetto-catasto/catasto-relazione-illustrativa/catasto-relazione-illustrativa-cartnum.

Pubblicità

Alcune precisazioni

Banca dati cartografica catastale numerica dei terreni

Banca dati cartografica catastale numerica dei terreni

La mappa catastale prevede varie sezioni in riferimento ad uno stesso Comune e questi dati vengono normalmente indentificati con un codice, ossia una stringa alfanumerica composta da quattro caratteri; se il Comune Censuario risulta ripartito in diverse Sezioni Censuari, a tale codice viene aggiunto un carattere alfabetico compreso tra A a Z da usare come suffisso. Le operazioni necessarie per costruire il catasto fanno parte della fase di formazione, che viene realizzata per giurisdizioni amministrative comunali, suddividendo i territori interessati in comuni censuari e talvolta in sezioni censuarie che fanno riferimento alla medesima entità amministrativa (Comune). Si ha a disposizione un nuovo sistema cartografico del catasto dei terreni in formato digitale, si tratta della riproposizione dei dati riportati su base cartacea e prevede un tipo di organizzazione in fogli su base comunale.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *