Categoria catastale D: D7 e D8

Comment

Categoria catastale d8
Pubblicità

Categoria catastale D: D7 e D8

Il catasto fabbricati prevede la presenza di alcune categorie speciali a fine produttivo o terziario comprese nel gruppo della categoria catastale D che racchiude in sé dieci diverse tipologie di immobili con specifiche finalità di uso. Analizzando le caratteristiche proprie dei fabbricati che ricadono nella categoria catastale D7 va segnalato che si tratta di fabbricati costruiti oppure resi idonei a soddisfare delle speciali esigenze relative allo svolgimento regolare di attività industriale inoltre questi beni non sono soggetti ad assumere una destinazione diversa senza essere interessati da trasformazioni che modificano radicalmente la sua destinazione di uso. In questo raggruppamento sono inclusi ad esempio: le aree di deposito di rottami, i caselli negli svincoli autostradali, i caselli ferrotranviari, i locali per deposito di attrezzi lungo le autostrade concesse all’industria privata, gli impianti per lavaggio auto, le discariche per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani con gestione reddituale, gli impianti di depurazione delle acque di rifiuto di proprietà di persona o società esterna oppure estranea al complesso abitativo, i fabbricati per gli impianti di estrazione di acque dal sottosuolo, le industrie estrattive che ricavano direttamente dal sottosuolo i prodotti, le parti di costruzioni utilizzate dai concessionari di auto, se dotati di locali con attrezzature specifiche per le operazioni di manutenzione degli autoveicoli. Maggiori informazioni su: https://www.predeion.it/categoria-catastale-d/.

Pubblicità

La categoria catastale D8

categoria catastale D

categoria catastale D

Per quanto riguarda invece le caratteristiche che accomunano i fabbricati classificati nella categoria catastale D8 si fa riferimento principalmente a quei fabbricati costruiti oppure adattati per soddisfare al meglio le esigenze che riguardano lo svolgimento di un tipo di attività commerciale, anche in questo caso il cambio di destinazione può essere promosso esclusivamente attraverso degli interventi che radicalmente ne modificano il suo uso finale. In questa categoria catastale del gruppo D rientrano diverse tipologie di costruzioni quali: i capannoni industriali utilizzati per la conservazione dei surgelati, i macelli, le aree per deposito di rottami, i fabbricati destinati a grande distribuzione, gli autosilos privi di impianti di sollevamento, i parcheggi pubblici a raso, i posti barca nei porti turistici nel rispetto di diritti reali, i campeggi.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *