Categoria catastale interesse culturale

Comment

Categoria catastale
Pubblicità

Categoria catastale interesse culturale

Anche gli immobili di interesse culturale sono sottoposti alla classificazione catastale, precisando che la categoria catastale di un immobile non viene influenzata dalla stessa definizione di interesse culturale per cui la normativa prevede che l’immobile venga sottoposto a classamento sulla base di specifiche caratteristiche. In genere la categoria A 9, nella quale rientrano castelli, palazzi di eminenti pregi artistici o storici, può essere identificata come una delle specifiche circoscrizioni di quei beni immobiliari che presentano particolari caratteristiche costruttive e tipologiche da considerare di interesse, indipendentemente dalla sussistenza del vincolo di interesse culturale. L’attribuzione della categoria nel catasto a ciascuna unità immobiliare viene imposta tenendo conto della destinazione di ciascuna di esse in relazioni a degli specifici requisiti oggettivi ed in riferimento al contesto territoriale ed urbanistico. Per quanto riguarda poi le implicazioni tributarie valide per il riconoscimento del carattere di bene culturale è necessario fare domanda di annotazione, la richiesta da parte dei proprietari può essere avviata con lo scopo di evidenziare il vincolo all’interno del registro del catasto e nei registri immobiliari.

Pubblicità

Corretto classamento

categoria catastale interesse culturale

categoria catastale interesse culturale

Il corretto classamento degli immobili dichiarati “di interesse culturale” prevede il rispetto di specifiche caratteristiche che ne permettono la stessa tutela a seconda della natura del soggetto che ne ha la titolarità attraverso la regolare dichiarazione dell’interesse culturale, nel caso in cui il bene immobiliare è di proprietà privata, è necessaria invece la verifica di enti pubblici o di persone giuridiche private senza fine di lucro, se il bene risulta essere di proprietà di amministrazioni. Dopo aver l’interesse culturale dell’immobile esso viene sottoposto al regime vincolistico di tutela previsto del d.lgs. n. 42/2004 e poi si procede con la sua trascrizione nei registri immobiliari; il riconoscimento dell’interesse culturale di un immobile che implica l’affrancamento al regime vincolistico non esercita alcun peso sull’operazione di accertamento catastale dell’immobile stesso per cui non è determinante per l’attribuzione della relativa categoria catastale visto che quest’ultima va effettuata in base alla destinazione ed alle caratteristiche costruttive e tipologiche dell’unità immobiliare.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *