Categorie catastali c2, differenze con la categoria c1

1 Reply

Categoria catastale c2
Pubblicità

Categorie catastali c2, differenze con la categoria catastale c1

Come abbiamo evidenziato in altra sede, con riferimento alle categorie catastali c2 identifichiamo quei magazzini e quei locali adibiti al deposito di merci e prodotti che hanno la caratteristica di essere però di dimensioni più grandi rispetto alle unità immobiliari che invece fanno parte della categoria catastale c1, ricomprendente principalmente negozi e botteghe. La differenza principale sta nel fatto che mentre nella categoria catastale c2 rientrano quei magazzini o comunque locali adibiti anche alla vendita di merci per lo più all’ingrosso e privi di vetrine che possano tali prodotti mettere in mostra, le unità rientranti invece nella categoria catastale c1 sono per lo più negozi e locali che offrono merci al dettagli o comunque singoli servizi per i clienti (barbiere, orologiaio, etc.). Per info generali su classi e categorie catastali vi consigliamo di leggere il seguente pezzo: Categorie catastale, andiamo a conoscere tutte le classi.

Pubblicità

IMU e possibili svantaggi dell’essere proprietari di un magazzino

Categorie catastali c2

Categorie catastali c2

Per quanto riguarda la tanto discussa Imposta Municipale Unica (IMU) da versare in rate 2 volte all’anno, bisogna dire che le abitazioni principali che si salvano dal pagamento del contributo fiscale sono quelle nelle quali proprietario e famiglia effettivamente dimorano e ivi hanno la residenza. Dal pagamento del contributo, vengono esentate fino a 3 pertinenza appartenenti a diverse categorie catastali. Tra cui anche quella c2, che comprende locali di deposito e magazzini, nonché la c6 che comprende stalle, scuderie, autorimesse e la c7, che invece comprende le tettoie, sia chiuse che aperte. Tornando al magazzino e al suo ruolo di essere scorta di materiali e prodotti che devono essere lavorati, ultimati e consegnati, c’è anche da dire che diversi sono gli svantaggi connessi:  tali materiali, infatti, potenzialmente rappresentano una immobilizzazione del capitale. Il magazzino può comunque essere ridimensionato o annullato con conseguenti e grandi risparmi.

Pubblicità

1 comment

  1. gaudenzio

    Buon pomeriggio, in un locale classificato C2 ho intenzione di allestire una rivendita di prodotti alimentari tipo (pizzette, torte di verdura, pane e derivati in genere). Posso farlo o devo cambiare la destinazione d’uso.
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *