Come identificare un immobile?

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Come identificare un immobile?

Le istanze di richiesta per procedere all’identificazione di un bene immobiliare presente sul territorio italiano regolarmente censito devono tener conto di precisi dati che rendono possibile determinare come identificare un immobile. Nello specifico si procede all’identificazione attraverso l’indicazione dei dati toponomastici in associazione a quelli catastali che vengono reperiti consultando il registro del catasto, inoltre questi dati possono essere rintracciati prendendo visione dell’atto notarile di acquisto o di affitto dell’immobile. Per quanto riguarda i dati toponomastici, si devono inserire le indicazioni relative alla denominazione ufficiale della via ed al numero civico, nel caso di immobile privo di numero civico è necessario inserire la dicitura SNC. Invece per individuare i dati catastali di un immobile è necessario rivolgersi all’Agenzia delle Entrate che mette a disposizione la funzione di ricerca dei dati catastali per codice fiscale con cui è possibile ottenere gli identificativi corretti degli immobili di propria proprietà. Per altre notizie si rimanda alla lettura di http://www.progedil90.it/blog/dati-catastali/.

Pubblicità

Il servizio Visure catastali via telematica

come identificare un immobile

come identificare un immobile

Ciascun immobile sito sul territorio italiano se regolarmente censito presenta i dati che lo identificano all’interno di una banca dati telematica, questi parametri che permettono di risalire ad un determinato sono regolarmente archiviati, custoditi ed erogati dall’Agenzia dell’Entrate. Il servizio Visure catastali presso presente sul sito ufficiale dell’Agenzia dell’Entrate permette di accedere al servizio che consente di ottenere i dati catastali in forma gratuita, e per poter accedere a tale sezione è necessario inserire il codice fiscale del proprietario ed il codice di sicurezza che viene rilasciato nel corso della prima registrazione. Per ottenere i dati catastali quindi occorre inserire i dati identificativi in questo modo verrà avviato il servizio di accertamento del bene immobiliare, avendo la possibilità di recuperare le informazioni relative al foglio della mappa comunale relativa alla zona di ubicazione dell’immobile; si ottiene poi la particella, ossia la suddivisione in microaree della zona di ubicazione indicata dal foglio; si ricava anche il subalterno che indica l’unità immobiliare di riferimento.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *