Condizione catastale degli immobili

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Condizione catastale degli immobili

In base ai dati forniti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) che si riferiscono al 2016 è stato possibile fotografare l’attuale condizione catastale degli immobili: in Italia ci sono 74,3 milioni di immobili, ma solo 64,5 producono rendite catastali. In base al sistema di censimento di riferimento da questa totalità di beni immobiliari devono essere esclusi gli immobili classificati nel gruppo F, che sono idonei a produrre reddito circa 3 milioni, se ne contano poi circa 6 milioni di immobili considerati beni comuni non censibili, ossia di proprietà comune e che non producono reddito oppure si tratta di unità ancora in fase di lavorazione. Il sistema di accatastamento in vigore sul territorio nazionale prevede quindi l’inserimento di ogni immobile in una determinata categoria, dall’analisi del registro del Catasto dei fabbricati si osserva che la maggior parte degli immobili privati siti in Italia vengono accatastati soprattutto nella categoria A e nella categoria C nella quale sono compresi gli immobili commerciali e le pertinenze delle abitazioni (soffitte, cantine, box e posti auto). Per altre informazioni si rimanda alla lettura di http://www.truenumbers.it/quanti-immobili-italia/.

Pubblicità

Immobili fantasma

condizione catastale degli immobili

condizione catastale degli immobili

Nei gruppi A e C vengono accatastati il 90% degli immobili, la cui rendita catastale scende al 66% del totale, invece il 28% della rendita catastale italiana è rappresentata dai beni immobiliari del gruppo D a fronte di una quota di solo il 2,4% in numero. Dai dati statistici è emerso un aspetto anomalo che riguarda gli immobili italiani di cui non si conosce il proprietario, un fenomeni che interessa circa 3,7 milioni di immobili di cui non si conosce né il proprietario né la categoria catastale. Gli immobili di cui non si conosce la proprietà sono attribuibili a persone fisiche oppure a società, si tratta di unità abitative e di uffici o stabilimenti produttivi, in particolare gli immobili italiani ad uso sconosciuto sono in mano a società e non risultano regolarmente dichiarate a livello fiscale.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *