Dati catasto terreni: reddito dominicale e reddito agrario

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Dati catasto terreni: reddito dominicale e reddito agrario

Tra i dati che caratterizzano il catasto terreni e dai quali dipende il calcolo della rendita catastale dei terreni bisogna far riferimento al reddito dominicale ed al reddito agrario, questi valori vengono riportati nelle visure e nei certificati rilasciati dal catasto. Il reddito dominicale ed al reddito agrario, con le dovute differenze, fungono da base imponibile per il calcolo delle tasse sui terreni agricoli, tributi e varie imposte di registro; le due tipologie di reddito vanno a formare il reddito fondiario. Per quanto riguarda il reddito dominicale, esso è sostanzialmente costituito dalla parte del reddito medio ordinario che il proprietario del terreno ricava dal diretto esercizio delle attività di tipo agricolo, questo importo dipende da due fattori: la qualità del terreno e la produttività media ordinaria. Invece si definisce reddito agrario, la fonte di guadagno costituita dalla parte del reddito medio ordinario dei terreni da ascrivere al capitale di esercizio ed al lavoro di organizzazione impiegati, tenendo conto delle stesse potenzialità possedute dal terreno e dallo stesso svolgimento delle attività agricole, questa tipologia di reddito dipende dalla qualità del terreno e dalla sua produttività media ordinaria. Per approfondimentisu tale argomento si rimanda alla lettura di https://www.catastoinrete.it/reddito_agrario_e_reddito_dominicale.asp.

Pubblicità

Dichiarazione dei redditi: reddito dei terreni

dati catasto terreni

dati catasto terreni

In pratica sussiste una differenza sostanziale tra il reddito dominicale e quello agrario che consiste nel fatto che il primo si basa sulla proprietà dei beni e sui capitali che vengono investiti dal proprietario dei terreni, mentre il secondo tipo di reddito territoriale si forma grazie alla remunerazione dell’esercizio dell’attività agricola. Il reddito dominicale ed il reddito agrario devono essere indicati dai contribuenti che presentano annualmente la dichiarazione dei redditi, va fatta la dichiarazione se il possedimento è sito nel territorio italiano e risulta essere regolarmente registrato nel catasto terreni, non vanno invece dichiarati i terreni improduttivi e di pertinenza dei fabbricati.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *