Elaborato planimetrico: rappresentazione in scala di un fabbricato

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Elaborato planimetrico: rappresentazione in scala di un fabbricato

Con il termine elaborato planimetrico, da non confondere con la planimetria catastale, si fa riferimento al disegno in scala di un fabbricato ossia allo schema grafico della distribuzione delle unità immobiliari. In genere come scala si impiegano quelle 1:500 e talvolta anche quelle 1:200, con questa rappresentazione è possibile così ricavare la rappresentazione dei confini di un edificio, ma si ottiene anche la delimitazione delle unità immobiliari che lo compongono, delle parti comuni e di porzioni di aree scoperte esclusive o comuni. Grazie a questa raffigurazione grafica si può specificare, all’interno dell’edificio, ogni singola unità immobiliare e determinare la misurazione del perimetro e la destinazione delle parti comuni. In molti casi si allega all’elaborato planimetrico l’elenco subalterni nel quale si elencano le unità immobiliari, comprendenti altri dati quali: l’ubicazione, gli indentificativi, le categorie catastali. Questo tipo di documentazione consente ad esempio di identificare graficamente un bene comune oppure un bene immobiliare che rientra nella categoria catastale del gruppo F. Per altre notizie si rimanda alla lettura di: https://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/schede/fabbricatiterreni/elaborato+planimetrico/che+cose-elaborato+planimetrico?page=consulatacatipcit.

Pubblicità

Come richiedere il documento

elaborato planimetrico

elaborato planimetrico

L’elaborato planimetrico, rilasciato dal Catasto, è un documento che viene richiesto obbligatoriamente quando si denuncia una nuova costruzione, nel caso in cui siano presenti due o più unità immobiliari che hanno porzioni e/o parti in comune. Tale rappresentazione grafica viene richiesta per effettuare le dichiarazioni di unità in corso di costruzione e per notificare eventuali variazione se l’elaborato sia già presente agli atti dell’ufficio oppure se si realizzano beni comuni censibili e beni comuni non censibili. Non è obbligatorio presentare l’elaborato planimetrico qualora siano presenti solo coorti di proprietà esclusiva di ogni singola unità immobiliare, le quali sono soggette a rappresentazione grafica per intero e senza interruzioni della linea di confine, soltanto nella corrispondente planimetria. La certificazione può essere richiesta a prescindere dalla titolarità sull’immobile, si può ottenere online con visura presso il Catasto; per richiedere il documento si deve indicare l’Ufficio Catasto di competenza ed i dati catastali dell’immobile (comune, foglio e mappale o particella).

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *