Categorie catastali c2 e determinazione Imu

Comment

Categoria catastale c2
Categorie catastali c2 e determinazione Imu
Pubblicità

Generalità categorie catastali c2

Le unità comprese nelle categorie catastali c/2 possono subire interessanti possibilità fiscali quando sono considerate pertinenze di un’abitazione e anche di un’unità commerciale quando questa per decisione economica fiscale si prevedono sconti e bonus fiscali. La categoria catastale C2 comprende magazzini e locali di deposito, rientra nel gruppo di uso ordinario locali per commercio o pertinenziali ad abitazioni e altre unità, non hanno particolari caratteristiche tecniche costruttive legate alla produzione o esercizio di servizi altrimenti rientrerebbero nella categoria catastale D o E esattamente come spiegato per la categoria catastale garage e la categoria catastale box.

La caratteristica delle categorie catastali C2 è quella di avere elementi di spazio, posizione e comunque struttura destinate alla conservazione di merci e prodotti, per questo vengono comprese anche le soffitte e le cantine, i fienili. . Per le sue particolarità costruttive un’unità inserita nella classe C2  è in genere indipendente sia dalla superficie dell’unità immobiliare sia dell’immobile stresso in cui è costruito anche se accatastato insieme. Essendo zona improduttiva, seppure funzionale ad un’unità di categoria catastale A, B, C ed E (aree in costruzione), c’è sempre molta controversia nel determinare l’esenzione o meno, quindi ogni anno la situazione fiscale può essere diversa.

Pubblicità

L’Imu nella categoria catastale c2

Categorie catastali c2 e determinazione Imu

Categorie catastali c2 e determinazione Imu

Le unità delle categorie catastali C/2 vengono tassate con l’imposta municipale unica Imu quando non sono pertinenze di abitazioni principali. L’applicazione dell’imposta sull’abitazione principale prevede che le pertinenze, che devono rientrare nelle categorie catastali c2, c6 e c7 quando accatastate come singola pertinenza per ogni classi di un’abitazione principale vengono esentate. In tutti gli altri casi vengono calcolate con valore di rendita per 160 e valore Imu per aliquota imposta dal comune. Si parla in questi giorni di mini Imu, a causa dell’innalzamento valore avvenuto in molti comuni l’esenzione prima casa stabilità dal governo salta in molte città, questo comporta che i proprietari di sola abitazione principale dovranno pagare una differenza di saldo.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *